AutAcademy è il progetto pilota presentato da IG Samsic HR – Agenzia per il Lavoro, dalla Scuola Agraria del Parco di Monza e da Auticon srl è destinato a 12 giovani tra i 16 e i 29 anni con disturbi dello spettro autistico. 

Un progetto pilota per l’accompagnamento al lavoro di 12 giovani tra i 16 e i 29 anni con disturbi dello spettro autistico. Si chiama AutAcademy il percorso di formazione presentato da IG Samsic HR, dalla Scuola Agraria del Parco di Monza e da Auticon srl. E che partirà a breve, dopo l’approvazione da parte della Provincia di Monza Brianza.

Il presupposto alla base della AutAcademy, come spiega IG Samsic HR, è che molte persone autistiche sono in grado di svolgere attività professionali, ma l’aspetto più complesso per la loro professionalizzazione è la valutazione delle competenze. Gli strumenti che oggi sono in uso e i criteri adottati, infatti, si adattano male al funzionamento neurodiverso. E per questo motivo è necessario individuare con valutazioni specifiche le competenze della persona e le sue attitudini, attraverso test, osservazioni e strumenti ad hoc.

Non solo. I percorsi di formazione e di tirocinio proposti da AutAcademy vogliono consentire un nuovo passo avanti nel progetto di vita delle persone autistiche. Un sostegno valido soprattutto nella transizione all’età adulta, che è anche il momento più delicato per questi ragazzi, date le difficoltà insite al disturbo nell’espressione comunicativa e relazionale.

Quasi sempre le persone autistiche non riescono a sostenere un colloquio di lavoro, a gestire ambienti non strutturati per essere adatti alle loro caratteristiche, sia dal punto di vista sensoriale sia relazionale, oppure non sono in grado di comprendere la funzione esecutiva richiesta per un’attività specifica. E per questo hanno bisogno di modalità lavorative adatte al loro funzionamento nel processo di apprendimento.

AutAcademy si propone di sostenere le caratteristiche della persona attraverso un approccio individuale, ma anche a sostegno della condizione autistica e delle sue peculiarità. L’obiettivo è quello di costruire, per ogni persona, un progetto di formazione rispettoso delle caratteristiche individuali e dei talenti singoli, che possa sfociare in un percorso di esperienza lavorativa.

Il percorso prevede momenti di formazione “in situazione” e un tirocinio, in modo da sviluppare le competenze necessarie per l’inserimento nel mondo del lavoro. Ogni persona può sostenere la propria attitudine scegliendo tra diverse offerte formative, dalle attività artistiche alla ristorazione, dall’informatica alle attività motorie.

Il tutto si svolgerà presso la Scuola Agraria del Parco di Monza, che negli anni si è specializzata nella formazione di persone autistiche. Il personale specializzato nella valutazione delle competenze e delle abilità di persone autistiche che opererà all’interno del progetto in stretta collaborazione con IG Samsic HR consentirà poi di effettuare il matching più adeguato tra le persone formate e le aziende presso le quali l’agenzia per il lavoro offre la propria consulenza in materia di assunzioni di persone con disabilità, impegnandosi anche nella formazione della figura del disability manager aziendale.

L’auspicio finale è di raggiungere risultati così soddisfacenti da indurre altre realtà a replicare il progetto.

Articolo originariamente pubblicato su Linkiesta.

Continua a leggere