I rapidi cambiamenti del mercato richiedono alle aziende di dotarsi degli strumenti necessari ad affrontare sfide sempre nuove. In questa prospettiva, il processo di mappatura delle competenze dei propri dipendenti è un passaggio importante per l’impresa. Consente infatti di capire se e come intervenire sul proprio capitale umano, attraverso l’integrazione di nuove risorse o la formazione di quelle già esistenti. 

Colmare lo skill gap: un compito necessario e possibile

Lo skill gap, il divario tra le competenze richieste dal mercato e quelle che effettivamente possiedono i lavoratori, è un problema concreto per molte realtà. I dipendenti spesso si rivelano carenti nella gestione delle nuove tecnologie, ma anche delle soft skill necessarie alla gestione delle relazioni lavorative, con i colleghi e con i clienti. 

In casi simili, si rende necessario un intervento di verifica per individuare le aree di miglioramento e di integrazione, realizzabile attraverso un’operazione di skill audit, ovvero un processo di monitoraggio delle competenze dei propri dipendenti, al fine di avere una panoramica il più completa e chiara possibile.  

Mappatura competenze dei dipendenti

Mappatura competenze dei dipendenti: 4 step

  • Definisci gli obiettivi 

Capire dove vuoi arrivare e quali saranno le sfide che la tua azienda dovrà affrontare per stare al passo con i tempi è sicuramente un passaggio indispensabile che ti consentirà di definire le aree di intervento e capire dove risiedono le (eventuali) carenze.

  • Traccia una panoramica delle skill

attualmente presenti nell’organizzazione. Puoi farlo somministrando internamente una survey, oppure facendoti aiutare da un’intelligenza artificiale, grazie a uno dei tanti tool disponibili sul mercato.  

  • Implementa un sistema di digital badge

O almeno, verifica se è possibile farlo. I digital badge sono riconoscimenti o certificazioni che vengono forniti al personale di un’azienda al termine di un percorso di formazione avvenuto internamente. È un funzionale incentivo all’upskilling: da un lato invoglia i lavoratori a intraprendere percorsi formativi e, dall’altro, consente al management di avere una mappatura completa di tutte le competenze presenti in azienda. 

  • Identifica gli skill gap e intervieni

Una volta completata la mappatura, puoi verificare quali sono le competenze che la tua azienda possiede e paragonarle con quelle necessarie un domani. Individuata la mancanza, sarà più facile intervenire con della formazione mirata e precisa dedicata a quei lavoratori che ne hanno bisogno.

Continua a leggere